Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 giugno 2009 5 05 /06 /giugno /2009 19:03

Ciao a tutti.

Questo è il blog di Seblie, uno spazio in cui potremo dialogare, scambiare, condividere, raccontare, tutto ciò che abbia a che fare con i nostri interessi artistici e culturali.

Ho deciso di iniziare gli articoli di questo blog raccontando un’esperienza che abbiamo vissuto Maxs e io qualche giorno fa.

Datosi che fino ad oggi si era in piena campagna elettorale, settimana scorsa abbiamo ricevuto una telefonata con la quale una delle liste che si presentano alle elezioni per l’amministrazione comunale di Monteprandone ci invitava, in quanto rappresentanti di un’associazione con sede in questo comune, a partecipare ad un’incontro, insieme a tutte le associazioni del territorio, nel quale si sarebbe parlato delle proposte della lista in questione nei confronti dei bisogni e dei progetti dell’associazionismo.

Abbiamo ringraziato per l’invito e, il giorno stabilito, ci siamo recati nel luogo in cui si teneva l’incontro.

Prima di iniziare ci siamo presentati ad alcuni degli organizzatori della serata, spiegando che, in quanto associazione culturale che da 8 anni ha sede a Monteprandone, eravamo contenti di essere stati invitati, per essere ascoltati e per poter dialogare sui nostri progetti con coloro che, forse, avrebbero da lì a poco amministrato il comune. Abbiamo anche aggiunto che in precedenti occasioni, durante incontri simili con le autorità comunali che si sono succedute in questi anni, siamo sempre rimasti piuttosto delusi dal fatto che, quando si parla di associazioni, sembra essere sottinteso che si tratti esclusivamente di argomenti relativi allo sport, alla gastronomia ed alle diverse festività religiose che si celebrano in città. Non che non rispettiamo l’interesse dei cittadini verso tali argomenti, ma ci piacerebbe che anche altri aspetti, di tipo culturale ed artistico contemporaneo, venissero presi in considerazione.

Quelle due o tre persone con cui stavamo dialogando si sono mostrate molto d’accordo con noi, e noi ci siamo scambiati sguardi di conforto e compiacimento.

Poco dopo è arrivata la candidata sindaco ed è iniziato l’incontro vero e proprio.

Prima ha preso la parola la candidata, com’è giusto, ed ha parlato per circa un quarto d’ora illustrando il loro programma elettorale, sottolineando l’interesse della sua lista ad appoggiare l’associazionismo in tutte le sue forme.

Poi ha parlato uno degli integranti della lista spiegando quali erano le loro proposte per quanto riguarda il campo di calcio della squadra locale, la pista di atletica che realizzeranno intorno ad esso, ed i nuovi spogliatoi.

Poi ha passato la parola ad un collega che ha presentato il progetto di costruire una nuova pista di pattinaggio. A seguire si è parlato di: la nuova piscina comunale, il bisogno di pensare ad una struttura sportiva polivalente, il vecchio campo di calcio abbandonato che è un vero peccato, l’importanza dello sport per i ragazzi, la società di pallavolo,…

Era passata quasi un’ora dall’inizio dell’incontro.

Ad un certo punto ha ripreso la parola la candidata sindaco ed ha pronunciato la parola “cultura”. Ho aperto bene le orecchie e mi sono disposta ad ascoltare le idee di queste persone al riguardo:

-         ho sentito nominare una decina di volte San Giacomo della Marca, il santo di Monteprandone al quale sono intitolate molte festività del comune;

-         ho sentito parlare dell’importanza di preservare le tradizioni della città;

-         ho sentito parlare della processione del Cristo Morto, che si realizza ogni venerdì santo a Centobuchi;

-         ho sentito parlare della mostra dei presepi a Monteprandone

l’intero argomento cultura ha occupato, in tutto, una decina di minuti.

 

Mentre partiva l’ennesima illustrazione del posto privilegiato che occupa lo sport nello sviluppo dei giovani e quindi dell’importanza che questa lista ha intenzione di dedicargli, Maxs e io ci siamo alzati (erano passate le 11 di sera e avevamo lavorato tutto il giorno) abbiamo salutato, spiegando che avevamo capito di essere fuori posto, poiché ci occupiamo di arte e quello era un incontro sportivo, e ci siamo incamminati verso l’uscita.

Qualcuno dal tavolo dei relatori (una delle persone che avevamo conosciuto al nostro arrivo) ha chiamato Maxs, nel tentativo di farci rimanere, e gli ha chiesto di spiegare a tutti i presenti quali sono le nostre attività come associazione, cioè di ripetere ciò che avevamo detto prima dell’inizio dell’incontro.

Maxs si è girato e ha detto poche parole: “noi, attraverso l’arte, lavoriamo con la gente per la gente, perché siamo convinti che l’arte sia un ottimo veicolo per comunicare, per esprimersi, per crescere, per essere liberi…tutto qui. Buonasera a tutti”.

Mi ha raggiunto vicino alla porta e siamo usciti alla notte calda e appiccicaticcia d’inizio estate a Centobuchi.

Che tristezza, ragazzi!

E il peggio è che forse non hanno neanche capito perché ce ne siamo andati!

 

Spero che questo spazio possa servire a non farci sentire mai più come mi sono sentita quella notte.

Voi che ne dite? J

 

Patricia V.

Condividi post

Repost 0
Published by Seblie
scrivi un commento

commenti

Roberta Lucianeti 06/10/2009 19:00

KAFKIANO. Kafka non si è mica inventato nulla! Se ha scritto "il processo", è perchè la sua immensa sensibilità ha saputo leggere nella realtà e risportare poi in forma di fiction la curiosa altalena nella quale quotidianamente le semplici moltitudini, tutti compresi, si trovano a dondolare senza sosta tra vita reale e illusione ottica prodotta da questi piccoli accaparratori di potere.

CARLO VOLPICELLA 06/06/2009 11:56

innanzitutto GRANDI CONDIVISIONI SEBLIE a questo interessante Blog,e che Dio protegga i colori delle nostrte MENTISEBLIE!Commentando l'accaduto in questo incontro con i pseudopolitici Kult l'italia straripa di loro e tra l'altro li votano anche!!!Quì in Abruzzo la Cultura è in mano a 4 incompetenti e presuntuosi,ma io ho deciso di lottarli e soprattutto di SGOMITARE,la mie idee le mie passioni il mio credo non hanno più tempo da perdere quindi da adesso in poi IO Attiverò una Rivoluzione-Seblie che condurrò dovunque senza tregua,BASTA Riempire di denaro pubblico eventi morti o quasi!!!!Il mio comune si accorgerà di ME!!!!A Seblie Blog e ai miei fratelli Patry&Maxs auguro tanta tanta salute e gioia di condividere!

Presentazione

  • : Blog di Seblie
  • Blog  di Seblie
  • : In questo spazio potremo discutere tutti gli argomenti legati al nostro interesse principale: l'Arte, le sue forme, i suoi principi, e quant'altro ci verrà in mente di proporre su questo tema. Siete tutti invitati a partecipare.
  • Contatti

Link