Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 marzo 2013 6 09 /03 /marzo /2013 09:49

Opera di Maxs Felinfer - Olio su tela - 100 x 150 cm (Italia 2004)

002

  

  

  

  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco cos’è un miracolo: sentire che le parole hanno un significato, che chi le dice lo fa con delle fondamentali che le rendono parole vere, senza dovere ricercare nei meandri del linguaggio politichese dove non si sa quale significato abbiano.
No, signori, le parole sono parole e hanno già il loro significato, non serve caricarle di metafore confusionali per comunicare con degli interlocutori, destinati a non capire cosa gli si sta dicendo per poter dopo controbattere affermando che loro avevano detto tutt’altra cosa.
Questo miracolo accade sentendo Dario Fo e Ermanno Olmi (nella puntata di "Zeta" di Gad Lerner di venerdì scorso) versando un po’ di chiarezza sulla nostra situazione attuale. Nel confronto si vede chiaramente il motivo del livellamento verso il basso rilevato nelle intenzioni dei governi che abbiamo avuto negli ultimi anni. Nessuno parlava chiaro e quello che è più grave, nessuno era in grado di capire cosa gli si stava dicendo.
Non c’è ingrediente più gradito ai poteri corrotti dell’ignoranza, in modo da fare i loro interessi a discapito della gente senza che nessuno possa contestare il loro operato .
Fo e Olmi hanno parlato di cosa significa un cambiamento nel sistema politico italiano, delle riforme necessarie, della salvaguardia del bene comune, degli obbiettivi che una democrazia deve avere, per essere davvero rappresentativa. Hanno parlato senza usare per nulla parole tecniche, l’italiano puro e semplice a loro è bastato. Hanno parlato del costo della politica, dell’educazione, della funzionalità delle istituzioni, della salute pubblica, dei beni culturali, dell’arte come ricchezza dei popoli, cioè di tutte le cose che interessano noi, i soliti dimenticati. Con calma, senza esaltazione, senza tentare d’imporre con la forza un’idea che nel caso dei politici risulta essere sempre di parte. E tutto ciò accadeva nella TV che negli ultimi tempi non ha fatto altro che trasformare le notizie in gazzarra senza senso.
E’ stato un vero piacere, un lume di speranza che qualcosa è cominciato a muoversi, penso grazie agli ultimi avvenimenti.

di Maxs Felinfer - "Sensibilizzare l'uomo migliora la salute della società"

maxs@seblie.com

PEZZI DI MONDI

Uomini pezzi di mondi in movimento

Niente che li fermi

Niente barriere

Niente strade da seguire

Tutto da inventare.

Certo, le paure…

Certo, le incertezze…

Certo, il buio…

Eppure… si muovono

Come disse qualcuno

Si muovono

uomini pezzi di mondi

si muovono

e cercano di incontrarsi

chissà

forse potranno

congiungersi

ricostruirsi

creare

o ricreare

altri mondi

nuovi

completi

mondi diversi

forse con altre forme

forse non perfettamente sferici

ma comunque perfetti

nelle loro imperfezioni

comunque compiuti

nella loro incompiutezza

mondi uomini ormai legati

ormai uniti

ormai interi

tenuti insieme da qualcosa…

chissà cosa

ma che importa

c’è qualcosa

lì                                     

ed è questo che conta.

di Patricia Vena

Condividi post

Repost 0
Published by Seblie - in da you-ng
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Seblie
  • Blog  di Seblie
  • : In questo spazio potremo discutere tutti gli argomenti legati al nostro interesse principale: l'Arte, le sue forme, i suoi principi, e quant'altro ci verrà in mente di proporre su questo tema. Siete tutti invitati a partecipare.
  • Contatti

Link