Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 febbraio 2013 6 09 /02 /febbraio /2013 17:38

Opera di Maxs Felinfer - Olio su tela - 30 x 40 cm (Italia 2001)

 

an02-01

Signor Presidente del Consiglio, capo del governo tecnico, moderatore, specialista nel mettere le cose a posto, nomignoli con cui è stato definito in questi tempi, cosa sta facendo? Si è messo a lavorare in proprio, si è accorto che restando fuori dal gioco della politica, sarebbe rimasto nel dimenticatoio e ha deciso di cambiare tattica e utilizzare le scorciatoie politiche per servire meglio i suoi padroni?, no, non mi riferivo al popolo, al quale lei non ha avuto, non ha né avrà mai intenzioni di servire. No, mi riferivo agli altri padroni, quelli che sono anche padroni del denaro e che le hanno messo in bocca tutte le bugie con le quali ha giustificato i tagli alle pensioni, alla scuola,   alla salute e aumentato la precarietà dei lavoratori.
Volevo farle una domanda: per il resto della campagna elettorale, si porterà dietro la Fornero per farla piangere un po’ qua e un po’ là, in modo di fare pena per farsi votare?
Il popolo italiano ha già capito chi è lei, quindi può anche togliere l’IMU, che prima ha introdotto come misura inderogabile nella sua erudita condizione di alto statista, e adesso toglie nel miglior stile demagogo populista.
Le sue mosse non convincono, questa volta chiederà anche aiuto a suo figlio, visto che poco fa, mentre tagliava in modo selvaggio, liquidava all’azienda finanziaria per la quale lavora suo figlio, casualmente, due miliardi di euro in silenzio, zitto zitto? Suo figlio ci sembra lo stesso che lavorava per la Parmalat, che sappiamo come è finita.
Sig. presidente, così, riflettendo, mi chiedo: uno normale, senza scheletri nell’armadio, che si occupi di politica vera, di quella che riguarda il popolo, non ce l’avremo mai?

di Maxs Felinfer - "Sensibilizzare l'uomo migliora la salute della società"

maxs@seblie.com 

 

 

 

PRESAGIO

A volte basta lo sguardo
un gesto
un sorriso abbozzato
e un brivido ti attraversa la schiena
come un allarme
come il presagio che annuncia
un brutto temporale.
Ma non sempre sei in grado
di cogliere l’avvertimento.

 

di Patricia Vena

Condividi post

Repost 0
Published by Seblie - in da you-ng
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Seblie
  • Blog  di Seblie
  • : In questo spazio potremo discutere tutti gli argomenti legati al nostro interesse principale: l'Arte, le sue forme, i suoi principi, e quant'altro ci verrà in mente di proporre su questo tema. Siete tutti invitati a partecipare.
  • Contatti

Link