Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 marzo 2013 5 01 /03 /marzo /2013 10:35

 

Opera di Maxs Felinfer - Olio su tela - 40 x 60 cm (Brasil 1983)

4883UOMI

  

  

  

  

  

  

 

La libertà di parola è uno degli strumenti più importanti che ha una società per difendere la dignità dell’individuo e poter mantenere un equilibrato funzionamento delle sue istituzioni. Negli anni si è consolidato, sulla base di questo principio, un difficile e importantissimo mestiere: il giornalismo. Ma, qualcuno ha informato di questa cosa i giornalisti? Cavolo, ce ne siamo dimenticati e loro non sono riusciti ad arrivarci da soli, ciò è un bel guaio!
E’ un peccato che un elemento così importante del nostro sistema non stia funzionando a dovere, poiché si formano opinioni sbagliate, passano delle notizie che hanno tutt’altra intenzione di quella d’informare, si stravolge il vero senso della notizia, passano notizie vuote che non servono a nulla, si trasforma la notizia in pubblicità, si dicono delle mezze verità per non danneggiare i padroni ecc, ecc. Probabilmente, abbiamo sopravvalutato i giornalisti, mentre molti di loro sono arrivati molto prima di noi al vero scopo della notizia in un sistema politico corrotto come il nostro, e fanno a posta il gioco dei potenti partendo dalla premessa che siamo degli idioti che ci beviamo tutto.
Negli ultimi tempi, poi, sembra ci sia un conclave dei guru della parola per mettersi d’accordo nel confonderci. Sembrerebbe si fossero accordati nel cancellare in modo definitivo i punti di riferimento, o semplicemente nel cambiare il senso delle cose, dei principi, raccontandoci la realtà in modo contraddittorio, secondo il reddito che si sono prefissati di ottenere a beneficio di uno o altro interesse.
Per dare qualche esempio: Energia nucleare sì, nucleare no, confusione, contraddittori senza fondamenti certi, poi silenzio, silenzio. Energia rinnovabile sì, energia rinnovabile no, confusione, contraddittori senza fondamenti certi, poi silenzio, silenzio. Ponte di Messina sì, ponte di Messina no, confusione, contraddittori senza fondamenti certi, poi silenzio. Questo politico ha rubato, questo politico non ha rubato, confusione, contraddittori senza fondamenti certi, poi silenzio, silenzio, silenzio e così via.
Noi non siamo riusciti mai a venirne a capo. Ma, sono logiche queste eterne mezze verità? Qual’è la differenza fra questa informazione e quella che ricavo al bar? Boh … pensavo che sapere fosse un diritto che mi spettava.
Di tutto ciò dobbiamo dare atto a chi di dovere, si è creata una scuola intitolata al suo fondatore, Scuola Silvio Berlusconi, la scuola del doppio parlare.
 

di Maxs Felinfer - "Sensibilizzare l'uomo migliora la salute della società"

maxs@seblie.com 

  

UOMO

Uomo che non sei solo
nella lotta e nel sogno
uomo che impari e sbagli

e dallo sbaglio ancora impari
e quando non ce la fai
chiedi una mano
e c’è sempre un altro
o ci sono tanti
che ti aiutano a rialzarti
che ti danno una spinta
ti asciugano le lacrime
e poi, quando arriva la gioia,

ridono con te, come i bambini,
danzano e cantano
e riprendono il cammino.
Uomo che non sei solo
che credi ancora che gli altri ci sono
riposati se sei stanco
riprendi le forze,
ma non abbandonare la battaglia,
perché, appunto, ci sono gli altri,
e ognuno è importante.

 

di Patricia Vena

Condividi post

Repost 0
Published by Seblie - in da you-ng
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di Seblie
  • Blog  di Seblie
  • : In questo spazio potremo discutere tutti gli argomenti legati al nostro interesse principale: l'Arte, le sue forme, i suoi principi, e quant'altro ci verrà in mente di proporre su questo tema. Siete tutti invitati a partecipare.
  • Contatti

Link